Vita di Eleonora d'Arborea: Principessa medievale di Sardegna (Oscar storia Vol. 522)




Vita di Eleonora d'Arborea: Principessa medievale di Sardegna (Oscar storia Vol. 522)


Scaricare libri on-line Vita di Eleonora d'Arborea: Principessa medievale di Sardegna (Oscar storia Vol. 522), Vita di Eleonora d'Arborea: Principessa medievale di Sardegna (Oscar storia Vol. 522) libro è attualmente in vari formati (PDF, EPUB, DOC, etc)



DOWNLOAD


Vita di Eleonora d'Arborea: Principessa medievale di Sardegna (Oscar storia Vol. 522) leggere un libro



Vita di Eleonora d'Arborea: Principessa medievale di Sardegna (Oscar storia Vol. 522)


  • Autore: Bianca Pitzorno
  • Editore: MONDADORI
  • Data di pubblicazione: 2013-05-07
  • Numero di pagine: 367 pages
  • Vita di Eleonora d'Arborea: Principessa medievale di Sardegna (Oscar storia Vol. 522) Particolare libro:

      Vita di Eleonora d'Arborea: Principessa medievale di Sardegna (Oscar storia Vol. 522)



      Eleonora d'Arborea è uno dei personaggi più famosi e insieme meno documentati della storia sarda. Giudicessa d'Arborea - cioè sovrana di uno dei quattro giudicati, veri e propri Stati autonomi, nei quali era suddivisa l'isola - nella seconda metà del Trecento firmò un codice di leggi, la Carta de logu, rimasto in vigore con poche modifiche fino al 1827. Oltre a ciò, Eleonora fu l'ultima regnante indigena dell'isola, capace di radunare sotto un'unica bandiera le diverse popolazioni sarde che per la prima volta si riconobbero come "nazione" e lottarono con successo contro gli aragonesi. Inevitabilmente attorno alla sua figura nacque una leggenda, ampiamente alimentata soprattutto in epoca romantica. Eleonora è stata dunque rappresentata come principessa guerriera, raffinata madonna cortese, madre affettuosa, sposa fedele, avveduta massaia, devota cristiana, dotta legislatrice... Ma chi era la vera Eleonora? Nella sua biografia, aggiornata sulle più recenti scoperte documentarie, Bianca Pitzorno spoglia la giudicessa dei veli del mito e ne ricostruisce il vero volto, calato nella realtà del XIV secolo, raccontandone la vicenda con assoluta fedeltà alle fonti, senza rinunciare al brio e alla passione tipiche di questa grande narratrice.